cosa e quando il sapore delle stagioni
ALBICOCCHE
muglieghe nel dialetto romagnolo Uno dei frutti più amati in estate da sempre, morbidi, succosi e a basso contenuto calorico, hanno il colore del sole, da giallo ad arancione intenso a secondo delle varietà.
Le albicocche sono povere di calorie, ma ricche di vitamine e minerali, ottime fonti di potassio e ferro magnesio, fosforo, ferro, calcio, rame e ricca di vitamine B / C / PP, ricca di betacarotene e fibre solubili e di antiossidanti, sono perfette per una sana alimentazione - 200gr. pari a 48 Kal.
CILIEGIE
zrisa nel dialetto romagnolo Uno dei primi frutti della nuova stagione: tanti frutti bianchi in aprile si trasformeranno in frutti che si racoglieranno da metà maggio a metà luglio.
Sono frutti piccoli e tondeggianti, di molte sfumature di rosso a seconda della varietà, sono gustosi, succosi e croccanti, ricchi di vitamine a/c/gruppo b contengono sali minerali ferro/calcio/magnesio/potassio/zolfo.
Sono ricchi anche di oligoelementi come il rame, zinco, manganese e cobalto. Contengono melatonina naturale.
Le ciliege favoriscono il sonno, depurano il corpo e sono indicate in caso di stress e spossatezza. Tutto con 40 kal per 100 gr.
MELE
meli nel dialetto romagnolo Sed dictum massa ullamcorper arcu laoreet, facilisis sollicitudin nulla commodo. Phasellus vel velit elit. Vivamus facilisis bibendum arcu, sed placerat turpis tristique at. Donec scelerisque ligula nulla, non maximus urna varius eu. Quisque et augue vitae odio ultrices ornare. Nulla consequat eros sit amet libero sagittis rhoncus. Quisque finibus velit sapien, vitae sodales est hendrerit ac. Mauris sed tellus diam. Quisque eget fringilla velit. Nam justo tortor, egestas mattis purus ut, hendrerit semper ipsum. Aenean eu interdum felis. Nunc felis nunc, elementum ut est id, convallis condimentum eros. Mauris sed lorem vitae eros
MELOGRANI
melingarnedi nel dialetto romagnolo Frutto di origine asiatica, conosciuto fin dalla preistoria, il nome deriva dal latino malum( mela) e grantaum(con semi). Il frutto è una grossa bacca con buccia spessa e coriacea che contiene preziosi semi chiamati arilli.
La forma ricorda vagamente quella di una mela ma all'interno la sorpresa di numerosi chicchi leggermente aciduli . E' uno dei frutti più ricchi di antiossidanti e flavonoidi, che sono un tocca sana per il corpo umano . Ricca di vitamine A/C/E/B – è un frutto completo e salutare che ancora oggi viene studiato e consigliato il consumo per il benessere delle persone. 100 gr pari a 83 kal .
Si consuma fresco, macedonie, insalate, spremute ed inoltre le parti non commestibili si usano per l'industria cosmetica.
Matura da metà settembre a metà novembre
PESCHE
pesghi nel dialetto romagnolo Le pesche e pesche noci sono i frutti regine dell 'estate, succose, saporite profumate , rinfrescanti e dissetanti , aiutano a godersi la calda estate. Sono frutti grossi rotondeggianti di vari colori e sfumature dal giallo al rosso intenso .
Sono fonte di sali minerali e di vitamine A , benefica durante l'esposizione al sole e di vitamina C. Le pesche hanno proprietà diuretiche e depurative, sia consumate fresche sia nelle macedonie e frullati. Sono fonte di sali minerali come il potassio e il ferro, sono ricche di fibre, migliorano la digestione e disintossicano l'organismo.
Le pesche sono perfette nelle diete, la loro ricchezza di fibre aumenta il senso di sazietà. Un solo frutto a seconda delle dimensioni contiene 40 a 80 calorie cioè 39 kal ogni 100 gr.
La raccolta inizia a giugno e termina alla fine di agosto.
PESCHE PIATTE Pesca tabacchiera o sataurnina o platicarpa o pesca piatta od ufo. Con questi nomi si indica una rara ed antica varietà di pesche, il nome è dovuto alla forma, schiacciata su entrambi i lati, che ricorda una vecchia tabacchiera od un disco volante.
Sono varietà poco diffuse seppur risalenti all'epoca romana, hanno la buccia sottile ed il nocciolo molto piccolo, molto profumate il gusto e l'aroma è molto intenso soprattutto quelle a polpa bianca.
Sono facili da consumare grazie alla loro forma piatta ed alle loro dimensioni.
Si raccolgono da inizio giugno a fine agosto
PERE
peri nel dialetto romagnolo La pera è il frutto simbolo dell'autunno . Ci sono varietà come la Carmen ed il William che però si raccolgono in estate.
Innumerevoli i benifici alimentari della pera ricca di fibre solubili ed insolubili: mangiando un frutto assumiamo 1/5 del nostro fabbisogno giornaliero di fibre. 100gr. pari a 57 kal
PERE COTOGNE La pera è il frutto simbolo dell'autunno . Ci sono varietà come la Carmen ed il William che però si raccolgono in estate.
Innumerevoli i benifici alimentari della pera ricca di fibre solubili ed insolubili: mangiando un frutto assumiamo 1/5 del nostro fabbisogno giornaliero di fibre. 100gr. pari a 57 kal
PRUGNE Sed dictum massa ullamcorper arcu laoreet, facilisis sollicitudin nulla commodo. Phasellus vel velit elit. Vivamus facilisis bibendum arcu, sed placerat turpis tristique at. Donec scelerisque ligula nulla, non maximus urna varius eu. Quisque et augue vitae odio ultrices ornare. Nulla consequat eros sit amet libero sagittis rhoncus. Quisque finibus velit sapien, vitae sodales est hendrerit ac. Mauris sed tellus diam. Quisque eget fringilla velit. Nam justo tortor, egestas mattis purus ut, hendrerit semper ipsum. Aenean eu interdum felis. Nunc felis nunc, elementum ut est id, convallis condimentum eros. Mauris sed lorem vitae eros